Asia Argento accusata di molestie su minore, ma nega: “È una persecuzione”

Ha suscitato indignazione la vicenda che vede protagonista Asia Argento, accusata di molestie sessuali. La figlia d’arte è uno dei volti noti legato al movimento femminista #MeToo, proprio contro le molestie e le violenze contro le donne, ma quello che è emerso nelle ultime ore ha lasciato molti a bocca aperta.

La Argento era stata tra le prime ad accusare di molestie il produttore cinematografico Harvey Weinstein, ma ora si ritrova accusata dello stesso reato ai danni del giovane attore e musicista Jimmy Bennett, che ha recitato la parte di suo figlio in un film del 2004, Ingannevole è il cuore più di ogni cosa.

A rilanciare le accuse è il New York Times che nel parlare della vicenda ha spiegato come la Argento avrebbe cercato di mettere tutto a tacere versando circa 380 mila dollari a Bennett. Il giovane avrebbe riferito di essere stato molestato, dopo aver bevuto, in un hotel californiano poco prima di compiere 18 anni (l’eta del consenso in California), mentre all’epoca dei fatti la donne ne aveva 37.

Tra i documenti presi in esame anche un selfie che ritrae i due nel maggio 2013. Bennett, oggi 22 anni, avrebbe prima ceduto i diritti della foto alla Argento, per poi chiedere un cospicuo risarcimento. L’accusata, però, ha accettato di pagare solo 380mila dollari, come detto, con una prima rata da 200mila pagata nello scorso aprile.

L’attrice, però, nega tutto: Nego e respingo il contenuto dell’articolo pubblicato dal New York Times che sta circolando nei media internazionali. Sono profondamente scioccata e colpita leggendo notizie che sono assolutamente false. Non ho mai avuto alcuna relazione sessuale con Bennett. Non ho altra scelta che oppormi a tutte le falsità e proteggermi in ogni modo”. Asia Argento ha infine affermato: “È una persecuzione”.

Intanto resta senza parole papà Dario che interpellato da Il Messaggero ha detto: “Che cosa brutta. Non mi va di parlare di questo fatto finché non mi sono fatto un’idea precisa. Sono appena tornato a Roma e non ho ancora sentito mia figlia”. La polizia di Los Angeles fa sapere che Asia Argento non è indagata per il fatto, ma che verranno fatti comunque degli accertamenti.

Potrebbe anche interessarti