Diciotti, il procuratore: “Una realtà devastante, bambini e tanti malati di scabbia”

Ci è salito di persona sulla nave Diciotti, per constatare le condizioni in cui versano i migranti sulla nave della Guardia Costiera. Sono bloccati lì da una settimana, in attesa di capire quale sarà il loro destino. Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio è salito a bordo dell’imbarcazione per avviare un’ispezione. Per farlo, ha dovuto aprire un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona.

Intervistato dal Corriere della Sera, Patronaggio ha così spiegato la situazione che ha trovato sulla Diciotti: “Ho constatato che sono quasi tutti affetti da scabbia – spiega -. Una realtà devastante, a cominciare dai cattivi odori che ti restano addosso. Mi ha accompagnato un appuntato che non era mai stato a contatto con questa realtà. Sconvolto. ‘Dottore dal vivo cambia tutto, non è come si legge sui giornali…’. Ha ragione“.

Prosegue: “Abbiamo infatti ottenuto lo sbarco di sette bambini e di sei adulti gravemente ammalati, compresa una donna che aveva abortito, un migrante con la tubercolosi, tutti fatti trasbordare sulle motovedette per essere curati nel poliambulatorio di Lampedusa“.

Potrebbe anche interessarti