Presunta relazione con una donna, il prete si difende: “Non è vero che ho l’amante”

La città di Avellino si trova nuovamente protagonista di pettegolezzi e gossip su un prete: questa volta un prete di origini rumena ha dovuto difendersi sull’altare da alcune voci che circolavano in paese. È successo a Mercogliano, in provincia di Avellino.

“Basta pettegolezzi, non è vero che ho l’amante”, ha tuonato il sacerdote. Dopo il giovane prete allontanato dalla sua parrocchia per avances sessuali ai suoi parrocchiani, la provincia di Avellino è colpita da un nuovo presunto scandalo. Anche questo prete di Mercogliano andrà via tra qualche settimana ma ha tenuto a sottolineare che il suo allontanamento non c’entra con queste dicerie su di lui.

Come si legge su Repubblica.it, il prete si difende: “Non è vero che ho un’amante. Vado via dalla parrocchia per una nuova organizzazione voluta dalla Curia”. I pettegolezzi su di lui l’hanno inquietato: “Evidentemente ha qualcuno ha dato fastidio il fatto che ho favorito alcuni ragazzi del paese nella gestione di spazi comuni della chiesa”, dice.

“In due anni di sacerdozio non ho mai tradito la mia missione. Fa male pensare che qualcuno abbia voluto infangare il mio nome e quello della chiesa. Una cosa è certa: non me ne vado perché sono innamorato, perché ho una compagna. Il Vescovo ha voluto riguardare la geografia delle parrocchie e ridistribuirci sul territorio. Chi crea questi pettegolezzi fa male alla Chiesa perché offende e perché dissuade giovani seminaristi dalla volontà di impegnarsi per un bene così grande. Mi spiace aver visto tanti parrocchiani piangere per la mia partenza, ma la vita di un pastore è anche questa”.

Potrebbe anche interessarti