Nino D’angelo si scatena in radio: “La Lega? Un po’ ladroni anche loro, su Saviano…”

Nino D'angelo

Nino D’angelo durante un’intervista di ieri svolta da Giuseppe Cruciani a La Zanzara, si è scagliato contro personaggi del mondo politico e non solo!

Durante l’intervista, il cantante ha esordito partendo da Silvio Berlusconi, ancora più feroce nei confronti della Lega Nord, nonchè verso il leader del partito Matteo Salvini e sembra non risparmiare nemmeno lo scrittore Roberto Saviano da quanto riportato dal sito “rooad tv italia”, affermando: “Dovrebbe raccontare qualcosa di positivo, adesso. Potrebbe scrivere Sgomorra poiché a Napoli ci sono anche tante cose belle. Il suo libro ha fatto una bella campagna contro il sistema, è stato straordinario, ma adesso dovrebbe scrivere anche su cosa c’è di bello a Napoli. Comunque sia, di persone come Saviano ce ne vorrebbero miliardi”.

Contro Silvio Berlusconi cosa avrà mai detto Nino D’angelo? Sostanzialmente ha ritenuto i servizi sociali (attribuiti al leader di Forza Italia) una pena banale, su cui riderci e dopo tutto il polverone alzatosi, Berlusconi sta pagando una pena troppo riduttiva, spiegando: “In Italia si viene puniti più duramente per uno scippo che se si fa qualcosa di molto più grave, come ha fatto Berlusconi”. 

Per la Lega Nord e per il leader del partito Matteo Salvini che giorni fa ha tentato di continuare la proprio campagna elettorale a Napoli, il cantante utilizza toni più severi: “Mi fa più che schifo! Matteo Salvini è stato trattato pure troppo bene. Sono contro la violenza, ma per chi si mette a cantare ‘Vesuvio lavali col fuoco’ è stato anche fortunato! Gli è andata bene. Per una vita hanno detto ‘Roma ladrona’, beh, un po’ ladroni sono pure loro”.

Potrebbe anche interessarti