Calciatore aggredito perché nero: “Napoli è la mia città, continuerò ad amarla”

Amir Gassama
foto di Pasquale Alfano

Vile aggressione razzista nei confronti di un calciatore del Gragnano Calcio. Amir Gassama è stato picchiato nella serata di ieri nei pressi di piazza Carlo III a Napoli. Il giovane calciatore in forza alla compagine giallo-blu fortunatamente non ha subito gravi conseguenze.

Il ragazzo è stato prontamente soccorso da alcuni conoscenti presenti durante il vile atto. L’aggressione è chiaramente di natura razzista. La società si è fatta subito sentire ed ha denunciato l’accaduto tramite la pagina fb ufficiale, lanciando gli hashtag #SiamoTuttiGassama #AmirUnodiNoi.

Massima solidarietà per il giovane ragazzo guineiano e la sua famiglia adottiva. Amir ha rilasciato anche una breve dichiarazione in merito all’accaduto:

Amo Napoli e continuerò ad amarla, la considero la mia città. Il brutto episodio di ieri non mi farà di certo cambiare opinione sulla città e su tutti coloro che, come me, la amano e la rispettano.

Per fortuna noi siamo la maggioranza. Qui ho conosciuto persone perbene, che mi stimano e che mi vogliono bene. Tutto il resto passa in secondo piano”.

Fortunatamente il giovane calciatore del Gragnano non ha riportato danni gravi a differenza di quanto successe a Jerry che fu aggredito vigliaccamente alle spalle.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più