Fuochi di Capodanno: cosa succede agli animali quando sentono un botto?

Si avvicina la vigilia di Capodanno! Il 31 Dicembre è alle porte ed oltre al cenone arriva purtroppo anche la brutta tradizione di sparare botti. Nonostante i divieti e le campagne di sensibilizzazione contro l’uso illegale di botti, il problema sussiste. Sono numerosi gli incidenti legati a botti inesplosi nei confronti di bambini e adulti, ma a pagarne le conseguenze sono anche gli animali domestici.

Ma cosa succede esattamente agli animali quando sentono un botto? La maggior parte degli animali hanno il senso dell’udito e dell’olfatto molto più sviluppati rispetto ad un uomo. Questa capacità di “sentire meglio” non è un vantaggio se ci si trova in mezzo ad una miriade di rumori forti. Quando sentono petardi, fuochi d’artificio e botti di qualunque genere esplodere tendono a perdere il senso dell’orientamento, scatenando una reazione di spavento.

La naturale reazione allo spavento è quella di scappare. Tra gli animali quello che sembra più sensibile è proprio il cane. Spesso alla mezzanotte del 31 Dicembre, proprio quando le città sembrano trasformarsi in campi da guerra a causa dei forti rumori e della pericolosità di determinati botti che esplodono, gli animali domestici tendono a rifugiarsi o a scappare in un luogo riparato. L’animale, viene colto dallo sconforto e di paura.

Aiutare il proprio cane a superare questa festa sicuramente poco amata non è facile, perchè egli sviluppa proprio una vera e propria crisi di panico e potrebbe commettere azioni di cui non è completamente padrone. Questo succede perchè la soglia dell’udito di un cane è molto più alta di quella dell’uomo. Un cane, può sentire fino ad una soglia di circa 60.000 hertz, mentre l’uomo ha una soglia di massimo 15.000 hertz. Queste differenze uditive in presenza di rumori forti danneggiano gravemente lo stato di salute mentale del cane.

Sono molti i casi di cani che scappano proprio la notte del 31 dicembre e purtroppo rischiano di essere investiti o di non ritornare più a casa ed uno degli errori da evitare è proprio quello di lasciarli fuori. Per “fuori” s’intende non lasciarli sul terrazzo, perchè presi dal panico potrebbero gettarsi nel vuoto, non lasciarli in giardino perchè potrebbero scappare, perdersi e non ritornare più indietro.

Un altro errore da evitare è quello di non legare il cane! In generale questa pratica è già di per se abbastanza brutale, ma durante il fatidico 31 dicembre potrebbe costare la vita del vostro peloso. Nel tentativo di scappare a causa dei rumori forti dei botti potrebbe strangolarsi. Ma non solo i cani entrano in panico e commettono atti inusuali nel tentativo di contrastare il panico. Gli uccelli perdono completamente il senso dell’orientamento e rischiano di scontrarsi contro gli ostacoli e morire sul colpo.

Molti animali specialmente se anziani rischiano addirittura di morire d’infarto a causa dello spavento. Anche gli animali in gabbia rischiano di farsi male durante lo scoppio di botti quindi è bene dare uno sguardo anche a loro. Purtroppo l’uso di botti, nonostante le limitazioni imposte dai comuni, le restrizioni ed i sequestri effettuati dai carabinieri rimane ancora un problema e a pagarne le conseguenze non siamo solo noi, ma anche i nostri amici animali. Bisogna quindi chiedersi, vale la pena rischiare per una botta?

Fonti

Come proteggere cani e gatti dai botti di capodanno – focus.it

Cosa succede a cani e gatti quando esplodono i botti di capodanno – bergamonews.it

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più