Il cuore dei napoletani non ha confini, offrono aiuti alla Sea Watch: come aderire

Napoli – Nelle ultime ore si è infiammato lo scontro fra il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ed il sindaco di Napoli Luigi De Magistris sul caso Sea Watch. La nave trasporta 32 migranti, fra cui donne, anziani e bambini, ma non può attraccare in alcun porto italiano per il divieto posto dal vice-premier. Il primo cittadino partenopeo, in netta sfida al Governo, ha ufficialmente chiesto alla Sea Watch di venire a Napoli e che, in tal caso, avrebbe disobbedito facendo sbarcare i migranti.

In tanti, fra associazioni e privati cittadini napoletani, hanno scritto nelle ultime ore al Comune per poter offrire il proprio aiuto: aiuti economici, materiali, alloggi, assistenza fisica o professionale alle persone in arrivo. Questo ha spinto il Comune di Napoli a creare una sezione apposita sul sito ufficiale dove tutti possono aderire per prestare aiuto ai migranti: per farlo basta seguire questo link http://www.comune.napoli.it/aiuto_ai_migranti.

Il sindaco ha inoltre rilasciato una nota in cui invita i cittadini a partecipare: “Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, nell’accogliere gli inviti e le sollecitazioni che stanno pervenendo in gran numero da parte di associazioni, residenti e professionisti invita i cittadini a comunicare liberamente la propria disponibilità a fornire aiuti concreti ai migranti in difficoltà. Per aiutare donne, bambini e persone in pericolo e che, da giorni, sono in mare al freddo con condizioni meteorologiche proibitive”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più