Di Maio: “Accoglieremo donne e bambini in mare: non possono pagare”

Alleghe – Ci sono sindaci che ragionano se aprire o chiudere i porti. Vorrei ricordare che non hanno nessuna autorità per legge e quindi questo dimostra che tutte queste dichiarazioni fanno parte di una grande occasione per fare un po’ di campagna elettorale e chiedere un po’ di voti ai cittadini”. Così il vicepremier Luigi Di Maio a Alleghe parlando di sicurezza e del tema dei migranti.

Di Maio si riferisce in particolare alla polemica del sindaco di Napoli Luigi De Magistris sul caso Sea Watch. Il primo cittadino napoletano ha infatti invitato ufficialmente la nave piena di migranti a fare rotta per Napoli, promettendo di aprire il porto o, almeno, di utilizzare 20 imbarcazioni per raccogliere i migranti e portarli in città.

LEGGI ANCHE
Coronavirus, Di Maio contro le scuole chiuse: "Impressione di essere in emergenza"

Tuttavia, il vicepremier ha annunciato in un lungo post sui social che l’Italia accoglierà donne e bambini bloccati in mare: “Malta faccia sbarcare subito donne e bambini da quelle imbarcazioni – chiede Di Maio – e li mandi in Italia. Li accoglieremo. Siamo pronti ancora una volta a dare, come sempre, una lezione di umanità all’Europa intera”.

“Questa Europa – aggiunge il vicepremier – così non va, la cambieremo con le prossime elezioni europee. Ma i bambini non possono pagare il prezzo di un’Europa che si gira dall’altra parte per non vedere”.

Potrebbe anche interessarti