La camorra nelle scuole: così imponeva il pizzo alle mense scolastiche


L’ombra della camorra nelle scuole. Negli istituti di Varcaturo e Lago Patria nel Napoletano, gli addetti alla consegna dei pasti per le mense venivano minacciati dalla criminalità organizzata. Attraverso intimidazioni di ogni tipo, e con la paura che i furgoni della ditta che rifornisce le scuole sarebbero stati incendiati, i camorristi si facevano pagare il pizzo.

Un dirigente della ditta ha deciso di denunciare il tutto. La preziosa testimonianza ha portato all’arresto di 9 persone da parte dei carabinieri del comando provinciale di Napoli, oltre all’individuazione dei gruppi criminali che controllavano la zona. Non solo scuole, però. I camorristi, infatti, puntavano anche ditte edili, pescherie ed alberghi. Gli arrestati apparterrebbero al clan Mallardo.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più