Mertens: “Koulibaly stava malissimo. Aveva perso contro il razzismo”

 

Napoli – L’attaccante del Napoli Dries Mertens ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. In particolare, il giocatore belga ha voluto parlare dell’ormai tragicamente nota partita Inter – Napoli del 26 dicembre scorso e dei cori razzisti contro il compagno di squadra Kalidou Koulibaly: “Non capiamo – ha detto – questi ululati che fanno a ragazzi come Koulibaly.”

Poi ha parlato di come l’azzurro ha reagito a tali offese ed all’espulsione: “Per me Kalidou è un fratello e nello spogliatoio l’ho visto proprio male male. Non per il cartellino rosso, si sentiva male perché sentiva d’aver perso contro il razzismo. L’abbiamo visto tutti giù di morale – ha aggiunto – e mi dispiace molto per questa cosa”.

Mertens ha poi parlato dei prossimi obiettivi della squadra: “Sono sicuro che possiamo vincere l’Europa League. Siamo stati sfortunati in Champions League, abbiamo perso solo col Liverpool in un girone con due candidate alla vittoria finale. Ma abbiamo fatto ottime partite, anche senza superare il turno”.

Il belga però non abbandona, come tutto il team, il sogno scudetto: “Noi vogliamo continuare a stare dietro alla Juve. Ci abbiamo provato anche l’anno scorso. C’è anche uno scontro diretto. Non si sa mai, – ha concluso – la Juventus può perdere punti e fiducia e noi dobbiamo essere qui”.

Potrebbe anche interessarti