Napoli. Sant’Antuono protettore dei pizzaioli: le pizzerie che aderiscono all’evento

pizzaOggi si festeggia e si celebra il giorno di Sant’Antuono Abate. Un dei santi più amati e venerati in Campania soprattutto, e in particolare nel Napoletano. Il Santo “emigrato” dall’Egitto, è protettore degli animali, del fuoco e dei pizzaioli. Infatti come da tradizione in alcuni paesi della Campania si è soliti accendere questi “fucaroni” che uniscono e coinvolgono tutta la popolazione, come rito propizio, di benedizione e purificazione. Invece l’accostamento a protettore degli animali è dato dalla tipica iconografia in cui viene rappresentato sempre circondato da diversi tipi di animali.

Per quanto riguarda i pizzaioli, Sant’Antuono è diventato anche loro protettore per motivi che si spiegano nella grande devozione che questi artisti della pizza hanno da sempre nutrito verso questo santo. Infatti già da inizio secolo le famiglie dei pizzaioli erano soliti chiudere le loro pizzerie per dedicarsi alla celebrazione di questa festa così sentita. Anche perchè volendo fare un’ analogia di pensiero, i pizzaioli lavorano con il fuoco, con i forni e dalla buona gestione del fuoco dipende anche il loro prodotto e quindi i pizzaioli, più di tutti, si sentono profondamente legati spiritualmente a Sant’Antuono.

Ecco perchè, da più di cinquant’anni a questa parte, non solo le pizzerie non chiudono, ma inseriscono nei loro menù una pizza tutta dedicata a questo santo: la pizza di Sant’Antuono. Questa pizza, presenta la base tipica della margherita (quindi dal fondo rosso dato dal pomodoro) e con l’aggiunta di mozzarella, olio e basilico e aggiunta di salsiccia, salame piccante e ricotta. La ricetta richiama nei colori e nei sapori lo spirito della festa del Santo che tradizionalmente dava l’avvio al periodo di Carnevale. Questa iniziativa è stata voluto da “Associazione Verace Pizza Napoletana” e “Associazione Pizzaiuoli Napoletani”.

Per non perdervi questa gustosa pizza, di seguito il link per consultare tutte le pizzerie che aderiscono all’evento: clicca qui

Potrebbe anche interessarti