Rivoluzionario studio napoletano: scoperta l’origine delle allergie alimentari

Un’importante ricerca sulle intolleranze è stato condotto tra University of Chicago e Università Federico II di Napoli da Cathryn Nager e Roberto Berni Canani. La ricerca è stata pubblicata su Nature Medicine.

Sono stati scoperti i batteri intestinali che sono all’origine delle allergie alimentari o che potrebbero proteggere dalle stesse. In particolare si parla di quella al latte vaccino, che è la più diffusa tra i bambini.

Uno di questi batteri scoperti è l’Anaerostipes caccae, che appartiene ad un gruppo di microrganismi che si sono già dimostrati protettivi contro altre forme di allergie alimentari. Negli ultimi dieci anni sono aumentati di molto le manifestazioni cliniche di queste allergie, con l’aumento dei ricoveri in ospedale e dell’uso di medicinali. Attualmente in Europa sono 17 milioni di persone quelle che soffrono di allergie alimentari, con un’incidenza maggiore nei bambini.

I risultati dello studio permettono di stabilire una relazione causale tra microbiota intestinale e allergia alimentare”, afferma la Professoressa Cathryn Nagler dell’Università di Chicago.

Sono molto soddisfatto per i risultati ottenuti e ringrazio di cuore le mie collaboratrici Rita Nocerino e Lorella Paparo e tutti gli altri membri del team di ricerca per il grande lavoro di questi anni. I risultati forniscono la prova definitiva sul ruolo fondamentale svolto dal microbiota intestinale nel determinare l’insorgenza dell’allergia alimentare e supportano l’importanza di interventi in grado di modulare le comunità batteriche presenti nel nostro intestino per combattere le allergie alimentari”, afferma il Professore Berni Canani “Questi dati stanno aprendo la strada ad interventi innovativi per la prevenzione e il trattamento delle allergie alimentari che sono in fase di sviluppo presso il nostro Ateneo

Potrebbe anche interessarti