Oggi è il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno: come rimediare

Oggi ricade il tanto temuto Blue Monday, il giorno più triste dell’anno che si celebra ogni terzo lunedì dell’anno. Una celebrazione, se così la si vuole e la si può definire, introdotta nel 2005 dopo che uno psicologo dell’Università di Cardiff, attraverso una formula matematica che includeva alcune variabili come il meteo, i sensi di colpa per i soldi spesi a Natale ed un palpabile calo motivazionale, aveva fatto coincidere il culmine della tristezza causato da queste variabile, nel terzo lunedì dell’anno. Insomma se oggi ci sentiamo tristi e stanchi la colpa è del Blue Monday, che acuisce tutti i nostri sentimenti più negativi.

Ma c’è da dire una cosa importante, e cioè che quest’anno il Blue Monday ricade nel giorno in cui si festeggia la giornata mondiale degli abbracci. Una casualità perfetta per trovare una soluzione affettuosa e romantica a un giorno nero. E poi diciamo la verità, non esiste manifestazione di calore più bella e profonda che quella dell’abbraccio.

Ma se proprio il romanticismo non bastasse a descrivere la portata affettiva dell’abbraccio, possiamo ricorrere alla scienza che ha dimostrato che grazie a questo gesto il corpo rilascia ossitocina che riduce il livello di stress, fa bene alla salute cardiovascolare, previene le infezioni e rilascia sensazioni positive.

Potrebbe anche interessarti