Con Alex salvi altri 4 bimbi: Campania al primo posto nella banca dati dei donatori

La storia del piccolo Alex Maria Montresor si conclude con un lieto fine: il bambino ha ricevuto il trapianto di midollo ed è salvo.

Ora, per il piccolo, inizia un nuovo capitolo di una vita normale sebbene i controlli periodici in day hospital per i prossimi sei mesi e il dover essere comunque costantemente tutelato da possibili infezioni e virus.

“Abbiamo scalato l’Everest, ora iniziamo a scendere verso la valle” dice il padre del piccolo, Paolo Montresor, con una metafora calzante a ilmattino.it.

Alex e la sua famiglia, però, nonostante la disgrazia subita, hanno raggiunto anche altri grandi risultati: grazie alla campagna per la ricerca di un donatore di midollo per il piccolo, la Campania è diventata prima nella banca dati dei donatori.

Si tratta di tutti giovani tra i 18 e i 35 anni che hanno già permesso di aiutare altri quattro bambini che da mesi erano alla ricerca di un midollo compatibile.

Potrebbe anche interessarti