“Gli Angeli Randagi del Vesuvio”: cani salvati, come adottarli al rifugio

Alle pendici del Vesuvio, presso Trecase (NA), si trova un rifugio per randagi. Tanti cani feriti e malati vengono recuperati dalle strade delle città vesuviane, dove riversano in totale stato di abbandono, dall’associazione “Gli Angeli del Vesuvio”, diretta da Margherita Garofalo.

Margherita, una donna che lotta, insieme ad un gruppo di volontari, contro il randagismo e la cattiveria delle persone, ha creato un piccolo paradiso per gli sfortunati. Circa quaranta cani sono ospiti del rifugio, dove vengono curati. Per assistere e provvedere ai tanti ospiti a quattro zampe, c’è bisogno di una ingente somma di denaro e le donazioni sono poche. La gente si gira dall’altra parte e nessuno può o vuole aiutare Margherita, credendo che sia semplice, che sia un gioco. Prima di provvedere alla ricerca di un’adozione, i cani sono sottoposti alla sterilizzazione, pagata dai suoi volontari dell’associazione. Peraltro, soltanto con quest’operazione chirurgica può essere combattuto il randagismo che aumenta sempre di più. Una moltitudine di persone pretende il “cane di razza”, di conseguenza trovare un’adozione diventa un’impresa difficile, in un’era dove colui che dovrebbe essere il tuo migliore amico, è uno status symbol. Altresì, la direttrice del rifugio trova numerose adozioni per i suoi cani al Nord Italia, rispetto al Sud, dove la razza non è importante.

Tutti possono visitare il rifugio e adottare un cane, previa visite post affido, oppure aiutare. Le basse temperature di questi mesi sono causa della morte di tanti animali e al rifugio c’è bisogno di coperte per i numerosi randagi, recuperati dalle strade per salvarli dalle intemperie. Per maggiori informazioni è possibile contattare le volontarie tramite la pagina Facebook Gli Angeli Randagi Del Vesuvio o per email gliangelirandagidelvesuvio2017@gmail.com. Di seguito, le foto:

  

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più