Tutti in aiuto di Noemi, la bimba sopravvissuta: libri, giocattoli e regali

La piccola Noemi sta bene. La bambina sopravvissuta al pestaggio disumano del patrigno Tony nella casa di Cardito, sembra aver ripreso una “normalità” che sarà sempre segnata da questo tragico e imperdonabile episodio. La piccola ancora non sa che il fratellino Giuseppe di 7 anni è morto. Ucciso dalla mano feroce del 24enne che proprio oggi ha rivelato agli inquirenti di aver fumato anche degli spinelli prima di massacrare i due piccoli bambini indifesi.

Intanto la comunità di Cardito e non solo, commossa e sconvolta da questa tragedia, ha deciso di aiutare la piccola Noemi, la quale non è più sotto la patria potestà dei genitori per volere dell’autorità giudiziaria. Per tale motivo si è data inizio ad una vera e propria gara di solidarietà, intrapresa non solo da associazioni e scuole ma anche da comuni cittadini napoletani che voglio essere vicino alla bambina. Tanti sono i libri, vestiti e regali che le verranno recapitati. Il tutto per rendere questo trauma che ha subito più facile da affrontare e per farle sentire l’affetto di tutti.

LEGGI ANCHE
Cardito. Noemi ha chiesto di vedere i cartoni, ma la tragedia l'ha segnata per sempre

La raccolta fondi per la piccola Noemi è stata lanciata dalle mamme del 41esimo Circolo Didattico Cesario Console, del 91esimo Circolo Didattico, del Liceo Umberto I e dell’associazione Donna Domani. Feltrinelli, le mamme delle Scuole Pie e le volontarie della Chiesa di Santa Caterina a Chiaia si stano adoperando invece per far arrivare alla bimba dei libri da leggere, essendo la piccola da sempre molto studiosa.

Potrebbe anche interessarti