Elefante in giro per la città, il sindaco: “Ho vietato i circhi che usano animali”

Un elefante in giro per le strade della città è stato avvistato ieri sera e fotografato da cittadini. Una situazione non più sostenibile nel 2019, con un Governo che non si decide a vietare gli spettacoli che usano animale e con la gente che ancora paga per vederli “ammaestrati” e “drogati”, senza un briciolo di dignità.

Come già abbiamo raccontato diverse volte, dietro questi spettacoli si nascondono anni di violenze, di veri e propri orrori. Animali maltrattati, malnutriti e ridotti in schiavitù.

Il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, ha espresso tutta la sua contrarietà verso queste barbarie: “Sono totalmente contrario ai circhi che usano animali, li trovo diseducativi e colpevoli di negare la libertà degli animali per trasformarli in marionette senza dignità“. “Da tempo il circo Martini – ha continuato – aveva fatto richiesta per venire in città ed abbiamo subito negato la possibilità di spettacoli con animali. Ho ricevuto più lettere del loro avvocato e ho sempre risposto che non avrei mai revocato l’ordinanza che vietava l’uso di animali nei circhi del nostro territorio!“.

Oggi, invece, non è stata esercitata la dovuta custodia su un elefante, che è sfuggito al controllo uscendo in strada, mettendo in serio pericolo i cittadini!! Ho già girato alla Polizia Municipale le foto per elevare tutte le sanzioni del caso e domani chiederò all’Asl di fare i dovuti controlli. Ho anche disposto alla Polizia Municipale di controllare ogni spettacolo, affinché non siano utilizzati animali e chiedo ai cittadini di segnalare eventuali abusi. Gli animali devono vivere nei loro habitat e fatti del genere ci ricordano che quando violiamo la loro libertà prima o poi se la riprendono!“, ha concluso.

Speriamo che Zinno sia da esempio per tutti i sindaci d’Italia e che si metta la parola fine a questo scempio.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più