ADL attacca i tifosi: “Stadio vuoto, così si è tifosi del Napoli?”

E’ tutto pronto per Dimaro. Il Napoli ha riconvalidato il sodalizio con la bellissima città del Trentino, per il ritiro pre-campionato. Stipulato un accordo di tre anni, con una permanenza di 21 giorni degli azzurri in Trentino. E la struttura organizzativa sarà la stessa, con tre amichevoli, firma degli autografi, incontri tifosi e calciatori e tante sorprese ed eventi. Anche le date del ritiro sono state rese note: dal 6 al 26 luglio.

Tra le varie personalità presenti nel classico “bancone degli invitati”, immancabile De Laurentiis, che come sempre si è fatto prendere dalla sua infinita dialettica e nel suo personale stile logorroico, affrontando diversi argomenti.

Subito al vetriolo verso i tifosi che quest’anno hanno lasciato spesso lo stadio semivuoto, e in maniera diretta ha detto :“Così si è tifosi del Napoli? Bah. Vorreste fare le nozze d’oro con i fichi secchi?”, denunciando come spesso i tifosi, presi da personali questioni di principio, preferiscono non andare allo stadio.

Inevitabile affrontare anche il tema stadio, con tanto di critica ad alcuni tifosi che fanno “terrorismo e camorra” sugli spalti: Siamo il Paese più bello del mondo ma dalla seconda guerra mondiale è in mano alla criminalità organizzata che si è ripulita e formata alle migliori università. Quindi è difficile ripulire gli stadi da questa gente, che detta legge sugli spalti. Nel 2014 Alfano ordinò che bisognava dare il Daspo ad alcuni tifosi criminali. Ma bisogna studiare un modo per evitare che questi persone entrino di nuovo. Si corre il rischio di lasciare gli stadi vuoi, ma si riformerebbe di gente perbene, dato che ora gli stadi hanno uno stampo mafioso“.

L’anno scorso però si parlava di portare il Napoli in Cina, per il ritiro. Ovviamente De Laurentiis ha spiegato il motivo per il quale alla fine si è confermato Dimaro: “Cina? Io amo molto la Cina. Mio nonno era un cuoco medagliato in Cina. La Cina quindi l’ adoro, però è molto lontana. Però d’estate lì c’è il torneo, quindi non trovi altre squadre con le quali confrontarti. Però mai dire mai”.

C’è stata anche la domanda ad Ancelotti, sulla condizione della squadra e sull’importanza di disputare partite al top sia ad un livello fisico che mentale: “Mancano 120 giorni alla fine del campionato non sono tanti. Dobbiamo farli bene, così ho detto anche ai giocatori. La squadra sta bene e questo periodo lo faremo bene”

Inevitabile, la domanda su Hamsik e su quello che sta succedendo o succederà. Subito, il vulcanico presidente azzurro in maniera scherzosa si è rivolto al giornalista esclamando: “Ma tu ti vuoi fare i c***i tuoi”. Ma subito dopo ha raccontato per sommi capi la dinamica sulla vicenda, confermando che la volontà è stata del giocatore. E dato che i centrocampisti a Napoli ce ne sono, la sua partenza non causerebbe problemi ad Ancelotti. Inoltre ha aggiunto: “Ho detto ad Hamsik che questa è la sua casa e che può tornare quando vuole. Anche perchè è un vero professionista”. 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più