Livio Cori, dai Quartieri Spagnoli a Sanremo. Il mistero: è lui Liberato?

Tra i big di Sanremo 2019, in coppia con Nino D’angelo, c’è Livio Cori. A primo impatto il cantante oltre che di bell’aspetto ha subito mostrato le sue doti canterine in stile moderno: una buona intonazione oltre che buone abilità come rapper.

Ma chi è Livio Cori? Innanzitutto è un napoletano DOC, originario dei Quartieri Spagnoli. La sua passione per la musica nasce prestissimo e a 14 anni già scriveva le prime rime e i primi testi delle sue canzoni. La sua prima comparsa sulla scena musicale è segnata dalla collaborazione con vari artisti già affermati, duettando con: Dj Uma, Jesa e il famosissimo Luchè. Il debutto arriva nel 2015, quando il suo primo singolo interpretato con Ghemon, ottiene il premio MEI, come miglior talento emergente della scena Hip Hop.

Ma il suo talento musicale è accompagnato anche da buone capacità nella recitazione. Infatti nel 2017 è nello staff degli attori di Gomorra- La serie, nel ruolo di ‘O Selfie, uno dei soldati del gruppetto camorristico guidato da Sangue Blu. E sempre per la serie tv, la sua collaborazione si estende anche all’ambito musicale, creando la colonna sonora Surdat.

Eppure la vita del 28enne napoletano è avvolta dal mistero, in quanto diverse teorie nate sul web associano l’identità di Livio a quella del famoso rapper napoletano Liberato. Come è noto a tutti, Liberato non ha mai svelato la sua identità, contribuendo ad infittire il mistero, presentandosi ai concerti sempre incappucciato. Questa associazione di identità è data dallo stile musicale di Livio molto simile a quello del famoso sconosciuto Liberato.

Livio, per il momento smentisce tutto. Anche se il suo compagno di viaggio sanremese, Nino D’Angelo ha dichiarato: “Liberato? Lui è la copia leggera di Livio Cori, è Liberato che si ispira a Livio”.

Potrebbe anche interessarti

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy