Malore per il leghista Bossi: le sue condizioni sono gravi

Umberto Bossi è stato urgentemente ricoverato all’ospedale di Varese. L’ex “capo” della Lega Nord nella giornata di ieri, giovedì 14 febbraio 2019, è stato prima trasportato, dalla sua casa di Gemonio, all’ospedale di Cittiglio per poi essere trasferito in elisoccorso al nosocomio varesino. Le sue condizioni destano preoccupazioni, ma il “senatùr” non è ritenuto in pericolo di vita dai medici.

Alla base di tutto ci sarebbe una crisi epilettica, con Bossi che è caduto ed ha sbattuto la testa. Bossi ha 77 anni e questo non è il primo ricovero urgente che gli riguarda: infatti, nel 2004 (anno in cui poi lasciò la segreteria della Lega), venne ricoverato per un ictus che lo ha poi lasciato mezzo paralizzato.

Poche ore prima del malore, Bossi è tornato a parlare della Lega: “Ho lasciato una macchina da guerra a Salvini, e per fortuna la Lega è rimasta una macchina da guerra“. Proprio il suo “figlioccio” Salvini, oggi ministro dell’Interno, ha fatto recapitare a Bossi un messaggio di pronta guarigione, così come è stato fatto dall’altro fedelissimo Calderoli.

Potrebbe anche interessarti