La favola di Mohamed, dal barcone alla pizzeria: come è diventato pizzaiolo

Immigrato, su uno di quei barconi che spesso sono sinonimo di morte, riesce a costruirsi una nuova vita in Italia grazie alla pizza. Questa è la bella storia di Mohamed, 23 anni, che ha lasciato l’Africa con la speranza di una vita migliore, vita che sta costruendo grazie ad un corso di formazione per pizzaiolo promosso da Aciief. Il ragazzo, originario della Costa D’Avorio, ha trasformato in un lavoro quella che è la sua grande passione per le pizze, diventando appunto un maestro pizzaiolo.

Ho lasciato il mio Paese – racconta Mohamed – per i numerosi problemi che c’erano lì. Sono riuscito ad arrivare dopo un lungo percorso in Libia, poi sono sbarcato in Sicilia attraversando il Mediterraneo su una barca. Da lì ho cambiato alcune città fino ad arrivare a Conza della Campania, in Irpinia, dove ho conosciuto la mia famiglia adottiva che mi ha accompagnato al corso di formazione per diventare pizzaiolo. All’Aciief ho incontrato persone splendide, non c’è mai stata un’incomprensione o qualche atteggiamento sbagliato“.

Questa, a differenza di altre, è una storia a lieto fine, una storia che mostra come l’integrazione è possibile anche (e soprattutto) grazie alla formazione che, come spiega la direttrice di Aciief Dolores Cuomo, “è la base per capire la cultura di un luogo nel quale si arriva“.

Potrebbe anche interessarti