Tumore, scoperta proteina che lo cura: i complimenti di Salvini ai ricercatori napoletani

Ricerca Medica

Nuova scoperta in campo medico: una proteina che regola l’espressione genica, il percorso che dal gene porta alla produzione della proteina corrispondente, potrebbe essere fondamentale in ambito tumori perché capace di prevenire l’accumulo di mutazioni e l’insorgenza di malattie come il cancro.

Si tratta della proteina HNRNPD e questo nuovo ruolo è stato scoperto da Antonio Giordano, direttore dell’Istituto Sbarro per la ricerca sul cancro presso la Temple University di Philadelphia e professore dell’Università di Siena. Lo studio è stato pubblicato su Nucleic Acids Research. La proteina è stata identificata con un approccio chiamata pesca genetica utilizzando una struttura sintetica di DNA progettata da Luigi Alfano dell’Istituto Tumori Pascale di Napoli e Crom Mercogliano.

La scoperta ha avuto anche i complimenti del ministro Salvini su Facebook: “Ogni tanto una buona notizia! Eccezionale scoperta del team di ricercatori italiani guidati dal professor Antonio Giordano, siete il simbolo dell’ingegno del nostro Paese nel mondo“.

Antonio Giordano ha così commentato la ricerca: “Hanno scoperto che silenziare l’espressione di HNRNPD influisce negativamente sulla risposta globale al danno del Dna. Ma hanno anche dimostrato che l’eliminazione totale di HNRNPD compromette la risposta cellulare al danno al Dna indotto dal farmaco chemioterapico camptotecina e rende le cellule tumorali più sensibili a questo farmaco e anche all’olaparib, un farmaco che mira specificamente al processo di riparazione del Dna usato contro alcuni tipi di cancro al seno e delle ovaie. L’identificazione dei meccanismi di riparazione del DNA si è rivelato un approccio potente per la terapia del cancro, come esemplificato dall’uso clinico dell’olaparib per il trattamento di vari tumori. L’identificazione di HNRNPD potrebbe essere utile per progettare nuovi approcci antitumorali».

Potrebbe anche interessarti