Circumvesuviana, De Luca: “Mezzo stipendio per uno straordinario, è fuori dal mondo”

Vincenzo De Luca

Circumvesuviana nel caos più totale. Quella di oggi, infatti, è stata una giornata particolarmente complicata per i pendolari napoletani. Come vi avevamo scritto in un precedente articolo, i lavoratori Eav si sono rifiutati di effettuare gli straordinari. Conseguenza di questo rifiuto è stata la soppressione di diverse linee che ha comportato un blocco totale del servizio. L’azienda, poi, questa mattina ha diffuso un duro comunicato nel quale ha spiegato i motivi di questo lungo periodo di crisi, scaricando parte della responsabilità proprio sui lavoratori.

Dello stesso avviso è anche il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Il governatore, infatti, ha criticato aspramente le richieste fatte dalle associazioni sindacali: “Vanno corretti i comportamenti sindacali che sono irragionevoli ed eccessivi. Se uno chiede 350 euro di straordinario – dice – questo non è un accordo sindacale, ha un altro nome. E non può essere accettato“.

De Luca afferma, senza troppi giri di parole, che le richieste dei lavoratori siano assurde: “La richiesta di avere mezzo stipendio in più per mezz’ora di lavoro è una cosa fuori dal mondo civile.  L’indicazione che ha la direzione di Eav è di fare cose ragionevoli e non accettare per nessun motivo posizioni ricattatorie“.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più