Rapinato e ferito ai Tribunali: due volte in un mese dallo stesso aggressore

Napoli – Il fenomeno criminalità sembra subire una nuova ondata in tutta Napoli. Aumentano gli episodi di rapina ed aggressione anche nei luoghi più centrali della città. Spesso si tratta di furti finiti male per la resistenza della vittima, o, in altri casi, i rapinatori preferiscono prima aggredire, per poi rubare indisturbati.

“Giovedì mattina, intorno alle 6,30, il pasticciere del Bar Mazz di via Tribunali è stato violentemente aggredito da un rapinatore che lo ha colpito così violentemente da procurargli lesioni, come ci è stato confermato dal proprietario del locale, che hanno richiesto trenta punti di sutura. L’assurdo è che la stessa persona aveva subito un’aggressione simile un mese fa da parte dello stesso malvivente”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Oramai – continua – via Tribunali e il centro storico sono una vera e propria polveriera. Il clima di insicurezza coinvolge cittadini e commercianti. Oltre alle rapine chi vive la realtà dei decumani deve fare i conti con le estorsioni, i furti nei negozi e le stese”.

“Un intervento deciso da parte dello Stato non è rinviabile – prosegue Borrelli -. Servono risposte certe e a breve termine. Il ministro Salvini ha promesso l’invio di rinforzi ma finora sono state solo chiacchiere. Servono nuove unità per far fronte all’ondata criminale che sta investendo Napoli e provincia”.

Importante anche il fatto che il rapinatore abbia aggredito la stessa persona nel giro di un mese. Un episodio che mostra quanto sia facile farla franca per questi malviventi. Speriamo, che dopo l’ennesima rapina tanto efferata e dopo esser stato riconosciuto non una, ma ben due volte, il criminale venga affidato alla giustizia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più