Olio extravergine di oliva: il migliore d’Italia è prodotto in Campania

L’olio d’oliva italiano prodotto nel Sud Italia, è da sempre stato un primato mondiale. Un successo che viene spesso svilito a causa di un mercato globale che premia sempre di più prodotti mediocri di aziende che puntano al risparmio: olive non italiane, oppure lavorate altrove per pagare meno manodopera. Fortunatamente c’è chi resiste e manda avanti l’eccellenza, nonostante le difficoltà.

Sono, infatti, l’olio extravergine di oliva dop Cilento dell’azienda Piero Matarazzo di Perdifumo, in provincia di Salerno, e il biologico del frantoio Intini di Alberobello nel Barese i vincitori della 17ma edizione del Sirena d’Oro, concorso che premia i migliori oli italiani, presentato a Roma.

Duecento i prodotti che hanno partecipato quest’anno al tradizionale premio dedicato agli extravergini Dop, Igp e bio italiani che si svolgerà a Sorrento il 29 e il 30 marzo con il patrocinio del Ministero. Sul podio anche gli oli della società agricola Podere Grassi di Greve in Chianti e l’azienda Tommaso Masciantonio di Casoli, che conquistano rispettivamente la Sirena d’Argento e la Sirena di bronzo nella categoria Dop e Igp.

Tra le novità del Sirena d’Oro, promosso dal Comune di Sorrento, in collaborazione con Coldiretti Campania e Camera di Commercio di Napoli, c’è il progetto didattico per gli istituti alberghieri.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più