Lavori di restauro ai Girolamini, preoccupazione per i libri: ma c’è la soluzione

La biblioteca dei Girolamini Pietro Valletta

C’è molta preoccupazione per i lavori di restauro che interesseranno il complesso monumentale dei Girolamini, in quanto potrebbe non solo ostacolare i lavori di catalogazione libri fatta fino ad ora ma soprattutto potrebbe causare la perdita di altri volumi dal valore culturale e letterario incommensurabile.

Infatti già sette anni fa il complesso venne coinvolto nello scandalo di libri sottratti, i quali sono stati ritrovati solo in parte. E per tale motivo, per evitare ulteriore spreco di tempo e di lavoro svolto fino ad ora Andrea Mazzucchi, professore di Filologia italiana all’Università Federico II di Napoli, ha esternato tutta la sua preoccupazione, temendo che i lavori strutturali in programma possano causare un’ulteriore perdita del patrimonio culturale contenuto nel Complesso. Inoltre alla fine del mese i 20 studenti coinvolti dall’Università nel lavoro di  catalogazione di manoscritti e incunaboli custoditi all’interno della biblioteca, dovrebbero presentare il loro fruttuoso progetto. Una presentazione che potrebbe essere ostacolata da questi lavori.

Per tale motivo, date le preoccupazioni di questi luminari di cultura si è corso ai ripari, come riporta anche il Corriere del Mezzogiorno. Infatti nel progetto presentato per il restauro di alcuni ambienti e l’adeguamento di nuovi spazi ai fini di studio, lavoro e fruizione all’interno del complesso dei Girolamini, si legge che: “Si procederà alla protezione del materiale librario con l’impacchettamento dei materiali che verranno ricollocati in situ”.

Quindi se verranno rispettate tutte le procedure di messa in sicurezza dei libri, tutto dovrebbe svolgersi in maniera tranquilla e senza perdite.

Potrebbe anche interessarti