Sparatoria in piazza a Napoli: la bambina ha un polmone perforato

Ospedale Santobono

Napoli – Si teme ancora per la violenta sparatoria avvenuta alle 17 di questo pomeriggio in piazza Nazionale, a Napoli. Si sarebbe trattato di un agguato ad un pregiudicato di 31 anni di San Giovanni a Teduccio, che ora combatte fra la vita e la morte al Loreto Mare. I due sicari sarebbero arrivati in moto, aprendo il fuoco sull’uomo. I proiettili, però, hanno raggiunto anche una donna e la sua nipotina.

Secondo le prime indiscrezioni, nonna e nipote non sarebbero state in pericolo ed, in particolare, la bambina sarebbe stata colpita solo di striscio. Secondo, invece, quanto sta succedendo all’ospedale pediatrico Santobono, dove la piccola è stata portata, non è così. Un proiettile ha perforato un polmone della bambina, attraversandolo da destra a sinistra per poi conficcarsi nelle costole.

A spiegarlo la dottoressa Anna Maria Minicucci, dirigente del Santobono, al Mattino. Tuttavia, assicura che il proiettile non ha colpito o intaccato il cuore della piccola che, quindi, non è in pericolo di vita. Al momento la bambina sta venendo stabilizzata e presto si procederà all’intervento chirurgico per rimuovere il proiettile e sanare il polmone.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più