Napoli, continuano gli incidenti sul lavoro: morto operaio e ferito l’altro

Continuano le tragiche morti bianche in Campania, la regione che ancora oggi detiene il triste primato per il maggior numero di morti sul lavoro. Un incidente avvenuto a Sant’Antimo, in provincia di Napoli, ha coinvolto due operai, provocando la morte di uno di loro e lasciando l’altro ferito in modo grave. Secondo quanto riporta Internapoli.it, la vittima è stata recentemente identificata: si tratta di Giuseppe Dell’Omo, detto Peppe ‘o niro, di 54 anni.

La dinamica dell’incidente resta tuttora incerta. Quel che sappiamo è che i due operai stavano lavorando sul tetto di una ex distilleria che a un certo punto ha ceduto, causando il tragico evento. A indagare sul posto c’è la polizia municipale, guidata dal comandante Antonio Pirricelli, insieme ai carabinieri della locale Tenenza, e sono presenti i vigili del fuoco e l’ambulanza. La strada è stata chiusa con un nastro per permettere le indagini, ma questo, naturalmente, non ha impedito a una folla di radunarsi attorno al luogo dell’incidente.

Non si può non restare profondamente toccati dall’ennesimo segno di degrado della nostra regione, specialmente quando il degrado in questione arriva a distruggere una vita umana. Resta da sperare che, con il tempo, le condizioni dei lavoratori in Campania siano oggetto di una sempre maggiore attenzione e vadano costantemente a migliorare. È questo l’obiettivo a cui punta, ad esempio, l’Health Safety and Environment Symposium, un convegno incentrato sulla sicurezza lavorativa e ambientale che si svolgerà a Napoli alla fine di ottobre. Gli organizzatori dell’evento hanno già lanciato una promettente idea: un concorso di idee per giovani ricercatori, finalizzato a trovare nuove soluzioni per il problema delle morti bianche che da troppo tempo affligge i cittadini campani.

Potrebbe anche interessarti