Torna l’Archeotreno: partenze da Napoli a bordo di un treno storico

Napoli – Un viaggio nel tempo e nello spazio: si parte da Napoli Centrale, a bordo di carrozze degli anni ’30 “Centoporte” e degli anni ’50 “Corbellini” con locomotiva elettrica in livrea d’epoca, per attraversare le stazioni di Pietrarsa-San Giorgio a Cremano, Portici-Ercolano, Pompei, Salerno, Pontecagnano, Paestum, Ascea e Sapri.

E’ il percorso dell’Archeotreno, treno d’epoca che la Fondazione Fs Italiane, in collaborazione con ACaMIR (Agenzia Campana Mobilità Infrastrutture e Reti) della Regione Campania, propone in date specifiche dell’anno (prossimi appuntamenti 23 giugno, 28 luglio, 25 agosto, 22 settembre, 27 ottobre, 24 novembre e 22 dicembre) per promuovere il patrimonio archeologico campano.

Anche il Museo Archeologico Nazionale di Napoli salirà, virtualmente, a bordo di Archeotreno: è stata firmata, infatti, la convenzione che consente l’avvio del progetto l’“Archeotreno parte dal MANN”. Una partenza simbolica che comporterà, sino alla conclusione del 2019, non soltanto una campagna promozionale congiunta (l’Archeotreno sarà pubblicizzato ai desk del Museo e materiale informativo sull’attività culturale del MANN sarà distribuito sia a bordo delle vetture, sia in stazione), ma anche un sistema reciproco di scontistica.

I visitatori che al momento dell’acquisto di un ticket dell’Archeotreno presenteranno un biglietto del MANN emesso non oltre 30 giorni prima del viaggio, avranno diritto a un biglietto ridotto (adulti 10 euro, ragazzi 5 euro). Inoltre,i possessori della card di abbonamento annuale “OpenMann” avranno un biglietto speciale 2X1. Esibendo un ticket di Archeotreno, convalidato non più di un mese prima della visita al Museo, si potrà accedere al MANN con biglietto ridotto di 7.5 euro.

“La collaborazione con la Fondazione FS italiane conferma la sinergia con le realtà virtuose che cooperano per valorizzare il territorio campano. Di recente, abbiamo lanciato un biglietto integrato che, con 15 euro, consente di visitare il MANN, il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa ed il Centro MUSA della Reggia di Portici: un viaggio culturale che mette in rete diverse esperienze per promuovere bellezza e conoscenza”, ha detto il Direttore dell’Archeologico, Paolo Giulierini, che ieri sera ha partecipato all’evento di presentazione delle attività culturali proposte dalla Fondazione Fs Italiane.

La collaborazione del MANN con Fondazione FS Italiane e MUSA rientra nell’ambito della disseminazione culturale promossa dal progetto universitario Obvia – Out of boundaries viral art dissemination.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più