Video Report. Il miglior caffè non si beve a Napoli, il problema è nella miscela: perchè

Il caffè migliore non si beve nè a Napoli nè in Italia. E’ stato questo “il responso” di Report, dopo un articolato servizio sull’oro verde, che ha rivelato che nel Bel Paese si utilizza il peggior caffè al mondo in quanto siamo gli importatori di miscele scadenti. Infatti in Italia si ultizza la “Robusta” che è, a parere degli esperti, la peggiore essenza di caffè che esiste, che non rilascia nè il sapore nè l’aroma del vero caffè. Mentre l'”Arabica” è sia più pulita ma anche più delicata.

E proprio Napoli, considerata la città in cui si bene il miglior caffè al mondo, venne bocciata da un esperto del caffè, che diede alla città un valutazione non superiore al 4 per i caffè serviti. Così Report ha deciso di dare una seconda possibilità a Napoli, e sono tornati a fare visita al Caffè Gambrinus dopo 5 anni dall’ultimo servizio sul caffè. Allora il più antico bar di Napoli, meritò solo un 3 e mezzo di valutazione. Eppure, dopo anni, nonostante il sapore del caffè abbia assunto un tocco più delicato e aromatico, la valutazione non è andato oltre un 4 e mezzo, 5. Oltre alla miscela sbagliata, il problema è anche nella tostatura. L’eccessiva tostatuta delle miscele napoletane, rovina ogni sapore e aroma.

LEGGI ANCHE
Antica Pizzeria da Michele: "Vi sveliamo i segreti e la ricetta per fare la nostra pizza"

Però c’è un’attenuante. A Napoli il caffè piace così, sapore deciso forte come piace ai napoletani. Perchè il caffè napoletano non è il caffè italiano. Per tale motivo i “re” del caffè di Napoli hanno anche proposto di promuovere il “caffè napoletano” come un bene dell’Unesco: non tanto per la qualità, essendo stata criticata da tutti gli esperti, ma per il suo valore simbolico di aggregazione e identità.

Invece, stanno andando molto di moda gli Speciality Coffee che sono dei bar che servono al cliente delle miscele selezionate e dai sapori nuovi ed esotici. Infatti gli stessi gestori di questi bar “speciali”, girano il mondo alla ricerca del chicco pregiato per avere anche un diretto contatto con il produttore.

LEGGI ANCHE
Ballo delle debuttanti a Napoli: raccolta per i bimbi del Santobono

Per vedere il servizio completo di Report, clicca qui

Potrebbe anche interessarti