Un audiolibro sul Miglio D’Oro: i bambini raccontano i nostri tesori

miglio d'oro

San Giorgio a Cremano – Nasce l’audio libro sul patrimonio culturale del Miglio D’oro creato dagli alunni di tre istituti scolastici del Vesuviano, guidati dal IV Circolo Stanziale di San Giorgio a Cremano. Il progetto si chiama “Un Miglio di idee” ed ha coinvolto in rete anche l’Istituto Comprensivo da Vinci Comes di Portici e l’ ICIII De Curtis Ungaretti di Ercolano.

Su indicazione della docente Francesca Lancellotti, esperta dell’Istituto Stanziale, i ragazzi hanno elaborato l’audiolibro su Villa Vannucchi e una mappa on line delle ville del Miglio D’Oro, mentre altri docenti hanno creato con gli alunni mini audioguide sulle ville vesuviane e sui percorsi artistici che le uniscono.

In particolare per San Giorgio a Cremano Villa Bruno e Villa Vannucchi, dimore a cui i ragazzi hanno fatto visita studiando approfonditamente le strutture, anche grazie alla collaborazione del Baroque Park, il parco a tema del ‘700 che, insieme all’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, promuove i tesori artistici del territorio.

Partendo infatti dalla nascita del Miglio d’Oro, gli studenti hanno approfondito anche aspetti come la moda del tempo, lo studio dei particolari architettonici delle dimore settecentesche e durante la manifestazione finale del progetto, hanno mostrato i prodotti finali dei percorsi laboratoriali, i costumi, le tradizioni enogastronomiche del tempo all’interno dello splendido Museo del Vino, che si trova in Villa Bruno.

La voce degli audio book è proprio quella dei bambini che raccontano in modo romanzato, e a volte teatrale, il patrimonio artistico visto con i loro occhi. Attualmente è possibile scaricare gli audio attraverso specifici link (riportati a margine) visibili all’interno della piattaforma di storytelling IZI TRAVEL, ma saranno presto inseriti in un sito, pronto a diventare un punto di riferimento culturale per turisti e appassionati d’arte.

“E’ un progetto innovativo – spiega il sindaco Giorgio Zinnoche ancora una volta vede protagonisti i nostri giovani che si confermano forieri di idee e promotori di cultura. Questo progetto sperimentale, nato dal IV Circolo Stanziale, conferma la vocazione artistica e culturale del territorio e dei sangiorgesi, pronti a recepire e a valorizzare il nostro grande patrimonio. Le scuole, che ringrazio per la costante sinergia con l’amministrazione, rappresentano un valore aggiunto per l’intera città, in termini di conoscenza e promozione”.

Potrebbe anche interessarti