Video. Fumetto giapponese ambientato a Napoli: ma mostra scippi, malavita e violenza

 

Anche il Giappone è affascinato dalla città più bella del mondo. In particolare anche i Manga, la saga fumettistica che ormai affascina tutto il mondo, ha inserito la città di Napoli nelle sue storia. Infatti è stato dedicato un episodio abientato alle falde del Vesuvio, nel fumetto nipponico più venduto al mondo: “Le bizzarre avventure di Jo-Jo”, che dagli inzi della sua produzione, oltre 40 anni fa, ha venduto 100 milioni di copie.

E così l’ideatore del fumetto ha deciso di fare onore alla nostra città, tanto che nei sottotitoli si descrive Napoli come una città: “Di una bellezza tale che esiste il detto Vedi Napoli e poi muori”. L’episodio è stato anche mandato in onda e visto in tutto il mondo.

Ma c’è un piccolo reclamo da fare. Anche se la città è stata disegnata in tutta la sua bellezza, con delle immagini del golfo di Napoli realistiche e meravigliose, sono stati inseriti fin troppi luoghi comuni. Ad esempio: lo scippo di una borsetta ad una ragazza, l’immagine di immigrati che vendono oggetti taroccati su tappetini in strada, un pusher che vende droga ad un ragazzino, una persona che allunga una mazzetta ad un poliziotto, oltre a scene di violenza, corruzione e delinquenza.

Quindi anche se la nostra Napoli è internazionale, la sua bellezza spesso viene ancora subordinata da una realtà esistente, questo è vero, ma cche non la descrive nel totale.

IL VIDEO:

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più