Universiadi, è boom di turisti a Napoli. Restano forti i disagi

turistiNapoli – Dal prossimo 3 luglio al 14 dello stesso mese, si terranno in città le Universiadi. Il grande evento sportivo apporterà grande visibilità e vantaggi. Tra questi sicuramente il sold out alberghiero.

Per le 3 settimane previste tra le gare e l’organizzazione dell’evento, Napoli avrà un boom di turisti. Lo si può notare infatti dal pienone in tanti alberghi, soprattutto quelli del centro storico e quelli siti sul lungomare. C’è chi chiede una camera vista mare, o chi chiede di soggiornare nei pressi delle piazze più movimentate della città. C’è chi vuole godersi le Universiadi ma anche le tante attrazioni di Napoli, dal cibo ai monumenti.

In realtà bisogna sottolineare come ogni anno in questo periodo il turismo in città sia molto florido. Quest’anno però ha superato ogni aspettativa, tanto che il presidente della Federalberghi Napoli, Antonio Izzo, ha dichiarato che ci vorrebbe una manifestazione del genere ogni anno. Infatti mai come questa estate, è diventato difficile per non dire quasi impossibile trovare una camera nelle zone nevralgiche della città.

Le Universiadi quindi hanno apportato dei vantaggi, il settore alberghiero sicuramente è il primo. Si aggiungono poi la visibilità e la riqualificazione delle strutture sportive.

Purtroppo però non sono stati segnalati solo gli aspetti positivi dell’evento. Soprattutto negli ultimi giorni infatti sono venute a galla due importanti problematiche. La prima è legata ai contesti della spazzatura in alcune aree della città. Alcuni cumuli non sono stati potuti rimuovere a causa del tempo ed hanno installato un telone. Ma è solo una facciata, hanno solo nascosto e mascherato quella che viene definita Emergenza rifiuti 2.0.

Una seconda problematica è invece legata al traffico, la città è intasata. Colpa della scarsa informazione e sopratutto dall’assenza di alternative per la viabilità.

Insomma l’evento è di una portata internazionale, forse qualcosina in più poteva e doveva essere fatta.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più