Arrestato giudice del Tribunale di Napoli: accusato di avere rapporti con la camorra

operazione san gennaro

NapoliMaxi-operazione contro la corruzione che ha visto l’arresto di un giudice del Tribunale di Napoli. Nelle prime ore di questa mattina è scattata l’operazione “San Gennaro”. Si tratta di una massiccia operazione contro la corruzione coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma. La polizia ha eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti indagati.

Fra le cinque persone arrestate questa mattina c’è anche un giudice. I capi di accusa per gli indagati sono svariati, secondo la nota rilasciata dalla Procura capitolina: corruzione per l’esercizio della funzione, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, corruzione in atti giudiziari, traffico di influenze illecite, millantato credito, tentata estorsione, favoreggiamento personale.

Il giudice napoletano sarebbe proprio il fulcro del sistema corruttivo ed avrebbe, inoltre, rapporti di vario titolo con esponenti della camorra. Oltre agli arresti, la squadra mobile romana sta eseguendo perquisizioni negli appartamenti e negli uffici delle cinque persone indagate. È probabile che, in seguito a queste indagini, possano scattare le manette anche per altre persone.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più