Video. Turista compra cellulare dagli abusivi, ma viene truffato. “È una vergogna”

Il problema delle truffe sui mercatini illegali (i cosiddetti “pacotti”) non sembra arrestarsi a Napoli. L’ultimo episodio è accaduto in Via Nuova Marina e farne le spese è stato un giovane turista, il quale nella truffa ha perso 250 euro. Al posto del telefono acquistato infatti, il ragazzo si è ritrovato un mattone nella scatola. Molti diranno “un classico”.

La denuncia dell’accaduto arriva dalla pagina Facebook del Consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, tramite un video. All’interno di quest’ultimo si può vedere un ragazzo (accorso in aiuto al turista rimasto ormai senza soldi) che si lamenta del caso e della pratica dei paccotti.

“Un giovane straniero proveniente da una delegazione delle Universiadi alloggiato in una delle navi da crociera che fungono da villaggio nel Porto di Napoli, – spiega Borrelli nel post – è rimasto vittima di un “pacco” in via Marina. Una coppia di truffatori gli ha portato via tutti i soldi che aveva con sé, promettendogli di vendergli un tablet e un telefono cellulare, consegnandogli invece una mattonella e un involucro vuoto. Chiediamo a tutte le persone perbene di indirizzare e dare una mano a tutti gli stranieri che si trovano in città, specialmente quando restano vittime di episodi come questo. Dandogli ad esempio una mano per intercettare un’auto della polizia o dandogli indicazioni circa la posizione dei commissariati e dei presidi delle forze dell’ordine”.

“E’ stata una scena molto brutta – afferma il commerciante che ha intercettato il ragazzi vittima della truffa -. L’abbiamo visto in strada con una faccia spaventata e gli abbiamo chiesto il motivo. A quel punto ci ha spiegato quello che era successo. Che vergogna. Gli hanno portato via tutti i soldi che aveva con sé, circa 250 euro. Ci ha spiegato di essere componente di una delegazione delle Universiadi e di alloggiare in una delle navi nel porto. Gli abbiamo dato una mano, rifocillandolo con un panino. Ma ci siamo sentiti profondamente a disagio per quanto accaduto”.

Il caso è senz’altro da condannare. Il problema delle truffe a Napoli deve limitarsi di molto, non solo per rtagioni turistiche. Però allo stesso tempo, comprare oggetti di valore, come un cellulare in questo caso, da persone poco affidabili ed nel pieno dell’illegalità non è un qualcosa da giustificare.

A questo link è possibile vedere il video del ragazzo.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più