Loading...

E’ morto Luciano De Crescenzo: se ne va un pezzo di Napoli

Si è spento poco fa a Roma, Luciano De Crescenzo dov’era ricoverato da alcuni giorni.

Napoletano doc, scrittore, regista, attore ed ironico divulgatore della filosofia, autore di bestseller di saggistica tradotti tante lingue. Prima di dedicarsi alla narrativa, alla saggistica e allo spettacolo, ha svolto la professione di ingegnere.

Nel corso degli anni ottanta e novanta ha condotto sulle reti Rai una trasmissione televisiva (Zeus – Le Gesta degli Dei e degli Eroi) sui miti e sulle leggende degli antichi greci, pubblicata da Arnoldo Mondadori Editore e ritrasmessa anche da Mediaset.

De Crescenzo era nato il 20 agosto 1928 nel borgo di Santa Lucia (abitò al civico 40 di via Generale Orsini, dove era nato il suo storico amico Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer con il quale frequentò anche le scuole elementari), si era trasferito ormai da anni a Roma, qui assistito fino all’ultimo dalla figlia Paola, dal genero, dai nipoti e dal suo agente Enzo D’Elia.

A causa di una particolare malattia neurologica, la prosopagnosia, non era capace di riconoscere più i volti delle persone conosciute.

«Si è sempre meridionali di qualcuno», la sua frase più celebre in “Così parlò Bellavista”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più