Tragedia in Cilento annega 53enne: il corpo di Franco galleggiava sull’acqua

Muore così Francesco Guidone, 53 anni, dopo essersi tuffato in mare nella località balnerare cilentana Casa del conte, una piccola frazione di Montecorice.

Frencesco, originario di Sarno si trovava lì in vacanza con la sua famiglia quando, all’improvviso dopo essersi tuffato in acqua presso lo stabilimento balneare Ripe Rosse, è deceduto. Quando qualcuno si è accorto del suo corpo, che galleggiava ormai privo di vita sulla superficie dell’acqua, ormai non c’era più niente da fare.

Allertati i soccorsi, sono subito arrivati sul posto la Guardia Costiera di Agropoli, con il comando di Giulio Cimmino e, i sanitari del 118.

L’uomo una volta raccolto in mare, è stato trasportato sulla riva per i primi soccorsi, si pensa sia stato vittima delle pessime condizioni del mare o probabilmente, dopo aver avuto un malore sia stato in seguito trascinato dalla corrente.

Guidone era una persona molto conosciuta e stimata da tutti i suoi amici e colleghi, impiegato all’Inps e gestore insieme alla moglie di una pizzeria a Nocera Inferiore, in via Solimena, conosceva bene quel tratto di mare, da lui tanto amato, tanto è vero che da una vita possedeva una casa in quel luogo, ed è stato proprio il mare a tradirlo, a porre fine alla sua vita.

L’uomo ancora una volta, quando si trova contro la natura, purtroppo ha ben poco da fare, siamo vittime di forze più grandi di noi, che siano bambini o adulti è necessaria in ogni caso la massima attenzione.

Potrebbe anche interessarti