Da Emanuele a Mario: quando la divisa diventa una condanna a morte

Carabinieri uccisi- emanuele reali e mario cerciello rega

L’onore di indossare una divisa sembra essere diventato una condanna a morte.

E’ proprio questo quello che risulta essere una sconcertante verità, soprattutto se si tengono in considerazione i fatti di cronaca degli ultimi anni. Perchè questi uomini onesti che decidono di servire lo Stato e proteggere e tutelare la tranquillità, la difesa e la legalità accettano anche di morire per onorare il loro lavoro e la loro missione. Un rischio che corrono con coraggio e valore solo ed esclusivamente perchè amano ciò che fanno.

La verità è che non sembra giusto. Non è giusto vedere vite spezzate, famiglie distrutte, figli lasciati senza padre e mogli abbandonate in un dolore incolmabile, solo perchè coincidenze evitabili o mani assassine sminuiscono uno dei valori più preziosi: la vita.

Nell’ultimo anno gli uomini dell’Arma che hanno perso la vita sono stati 12, oltre a circa 3mila uomini feriti. 

Ultima vittima di questa inquietante e triste statistica è proprio il 35enne Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso da 11 coltellate inferte da un turista americano. E il motivo per il quale è morto? Perchè stava svolgendo il suo lavoro, aiutando un uomo che gli aveva chiesto aiuto. Una morte assurda se si pensa alla brutalità con la quale è stato ucciso. Perchè undici colpi di coltello inferti all’addome e al petto sono troppi, sono decisamente troppi da accettare.

Lo stesso infausto destino è toccato a Emanuele Reali di 34 anni, travolto da un treno mentre era intento a rincorrere un ladro. L’impeto di giustizia, lo ha portato a scavalcare un muro ma senza rendersi conto che dietro avrebbe trovato un treno in corsa che lo ha ucciso sul colpo. Anche Emanuele ha pagato con la vita l’amore verso il suo lavoro.

Mario non ha potuto dire addio alla moglie sposata da poco più di un mese, mentre Emanuele ha lasciato per sempre la sua consorte e i suoi due figli, che non vedrà mai crescere.

Ed è questa la cosa che fa più male. Dietro a quella divisa ci sono uomini, padri e mariti, che non lo saranno mai più.

Potrebbe anche interessarti