Emergenza rifiuti a Ercolano: residenti esasperati bloccano le strade con l’immondizia

Loredana Gargiulo e Rosalba Sannino

L’emergenza rifiuti è sempre un tema molto caldo in tutta Napoli e dintorni. Questa notte alcuni residenti di Ercolano hanno manifestato tutto il loro disappunto bloccando le strade tra Corso Umberto e Via Consiglio.

Anche nella bellissima Ercolano la spazzatura torna ad invadere le strade. Nell’aria c’è una puzza fetida irrespirabile. I turisti che passano di lì per andare a vedere gli Scavi rimangono esterrefatti da tale obbrobrio. Per questo i residenti non hanno più resistito.

Sono scesi in strada in circa 20 persone per dare voce a tutto il comune di Ercolano. Hanno bloccato le strade che portano sia a Torre del Greco sia a Napoli. Hanno voluto farsi sentire, creare scompiglio, il problema è serio ed il toro deve essere preso per le corna.

Tutto ciò è successo poco dopo le 22:00. Hanno bloccato le strade sia fisicamente con la loro presenza, ma soprattutto con tanti sacchetti dell’immondizia creando una situazione un po’ surreale che ricorda molto quando le strade venivano bloccate nella vecchia emergenza rifiuti.

Secondo il Sindaco Ciro Buonajuto la situazione non potrà che peggiorare nei prossimi tempi perché a breve sarà chiuso anche il termovalizzatore di Acerra. Per questo motivo il primo cittadino ha richiesto un tavolo con i sindaci dell’Ato 3.
Da questo incontro è nato un documento inviato a Città Metropolitana e Regione per denunciare l’anomala gestione soprattutto dei rifiuti indifferenziati.

Purtroppo non è il primo caso e non sarà neanche l’ultimo. Questa estate si è tornati a parlare dell‘emergenza rifiuti 2.0. Per questo tutti i cittadini richiedono l’intervento delle autorità competenti. Proprio perché consci del rischio a cui si va incontro. Bisogna evitare a tutti i costi una nuova emergenza rifiuti e non cadere nel baratro come negli anni scorsi.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più