Foto. Rinvenuta la “Nave dei Marmi” a Procida: trasportava antiche colonne romane

nave dei marmiTrovata un’imbarcazione risalente ai secoli XVIII-XIX nei fondali di Procida. Una scoperta affascinante perché la nave, soprannominata la Nave dei Marmi, era ricercata da molto tempo.

Questa imbarcazione infatti non è stata scovata ora per la prima volta. Negli anni ’80 fu rinvenuta per la prima volta e fu avvistata e segnalata dalla Soprintendenza. Purtroppo però se ne persero le tracce. Da 7 anni si è tornati a setacciare il fondale del mare di Procida dove fu avvistata. Ben quattro volte all’anno gli sommozzatori hanno tentato delle missioni di recupero ma sono sempre state fallimentari. Fino ad oggi, la nave è stata infatti trovata a soli 700 metri dove fu avvistata negli anni ’80.

nave dei marmi 2Il fatto che più incuriosisce è il carico della nave. Trasportava infatti delle colonne di marmo e materiali architettonici di spoglio trafugati da un sito archeologico, probabilmente nei Campi Flegrei. Per questo viene chiamata la “Nave dei Marmi”.

nave dei marmi 3Un caso affascinante quindi che richiede degli studi e dei costi molto importanti per riportare in superficie queste antiche colonne romane.
Sulla questione sono intervenuti Franco Salvatore Ruggiero e Rino Sorrentino, coloro che hanno ritrovato e fotografato il relitto.

Queste le dichiarazioni:”Da circa sette anni cercavamo il relitto affondato nel canale di Procida ma non riuscivamo a trovarlo. Ogni anno compiamo quattro immersioni di ricerca, scaglionati in periodi diversi e fortunatamente l’ultima di quest’anno si è rivelata proficua. In quella precedente avevamo ristretto il raggio d’azione a circa cinquecento metri da dove le mappe che avevamo a disposizione indicavano il relitto, ma senza trovarlo; nell’ultima, invece, effettuando un’indagine su un raggio più corto, abbiamo rinvenuto la nave. In sostanza abbiamo stretto il cerchio intono alle vecchie coordinate rivelatesi, purtroppo, non precise: in sostanza il relitto giaceva a circa settecento metri di distanza da dove era stato segnalato“.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più