Video. DeMa su nuovo governo: “Dialogo possibile, ma preoccupato per il Sud”

Ieri abbiamo assistito alla formazione di un nuovo governo con una forte componente meridionale. Oggi non potevano mancare le dichiarazioni di De Magistris sul governo Conte bis, che hanno toccato soprattutto due punti. Il primo riguarda la cooperazione con il nuovo Governo, un aspetto considerato fondamentale. Il secondo, invece, riguarda alcune preoccupazioni per il Sud.

Essendo un’amministrazione, noi garantiremo sempre la massima cooperazione istituzionale a questo governo“. Queste le prime parole di De Magistris, che spera anche in un dialogo più fitto: “Con Salvini il dialogo era impossibile, con questo governo ci sono le condizioni per dialogare“.

LEGGI ANCHE
Il Porto di Napoli dice no alle armi. De Magistris: "Siamo una Città di Pace"

Il primo cittadino di Napoli, però, ribadisce anche l’autonomia dell’ammministrazione. “Non siamo assolutamente né conformi né allineati a questo governo. Per noi, vedere forze che fino a un mesetto fa si odiavano stare adesso insieme, è qualcosa che dal punto di vista politico ci fa sentire molto distanti da questi metodi e da queste operazioni“.

Ad ogni modo, spiega De Magistris, “valuteremo il governo in base alle azioni. Il Presidente del Consiglio Conte ha parlato di governo delle novità“. E aggiunge che ci sono delle novità che si potrebbero mettere immediatamente in campo, per dare un segno di discontinuità. Tra queste, la più importante sarebbe “evitare il rischio di morte per quelle persone che stanno in mezzo al mare“.

LEGGI ANCHE
De Magistris: "Il ferimento di Noemi è un'eccezione. Salvini non mantiene neanche una promessa"

Nelle dichiarazioni di De Magistris sul governo Conte non può mancare un accenno ai cambiamenti previsti per il Sud. Il sindaco di Napoli si dice “preoccupato del tempo che si potrà perdere e delle decisioni che potrebbero cambiare. Con molti ministri, soprattutto del M5S, avevamo raggiunto degli obiettivi strategici che restano ben definiti”.

De Magistris teme per le questioni che in questo periodo infiammano la nostra regione: il caso Whirlpool e il problema dei Navigator. Ma anche la questione delle Vele, in cui la ministra per il Sud Barbara Lezzi aveva investito tante risorse, rischia di rimanere ferma.

Sulla questione se fosse meglio tornare alle urne, infine, De Magistris è molto chiaro: “I Parlamentari hanno deciso così e si sono assunti le loro responsabilità“. E fa una previsione: “Quando si andrà alle urne, quello che emergerà è il senso di responsabilità che ha avuto il PD“.

LEGGI ANCHE
De Magistris attacca Di Maio: "Sta svendendo i voti del Sud. E con Salvini..."

Potrebbe anche interessarti