Entra in caserma per obbligo di firma: deruba un carabiniere

Carabinieri

Grumo Nevano – Un 22enne napoletano è stato arrestato per un furto quasi comico. Il giovane, Cosimo Castaldo, era stato arrestato insieme al padre 6 mesi fa a Padova per furto di batterie per ripetitori telefonici. Era riuscito ad evitare il carcere, ma con l’obbligo di firma, cioè l’obbligo di presentarsi ogni giorno nella più vicina caserma per confermare la sua presenza ed evitare una possibile fuga.

Così, il pomeriggio di martedì 17 settembre, Cosimo si è presentato, come di consueto, nella stazione dei Carabinieri di Grumo Nevano ed ha adempiuto al suo dovere. Tuttavia, una volta uscito nel cortile della caserma, ha notato un borsello appoggiato ed incustodito sulla sella di uno scooter. Senza pensarci due volte ha preso il malloppo ed è fuggito infilandoselo sotto ai vestiti.

Il borsello, ovviamente, apparteneva ad un carabiniere che si era allontanato dal suo mezzo per pochi minuti. Una volta tornato si è reso conto del furto ed ha diramato l’allarme ai colleghi. È bastato vedere i video registrati dalle telecamere di sorveglianza per scoprire l’accaduto e smascherare il ladro.

Il giovane è stato cercato prima a Casandrino, dove ha residenza, per poi essere trovato all’interno delle Vele di Scampia, dove è domiciliato. Quando ha visto i militari non è rimasto sorpreso, consapevole dell’errore commesso. Finisce, quindi, di nuovo in manette e verrà giudicato per direttissima per furto aggravato. Il lato più buffo della vicenda è che il borsello rubato conteneva solo un paio di guanti da motociclista.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più