Emergenza tumori in Grecia. De Luca offre aiuto, ma non pensa alla Campania

Grecia, sanità al collasso per quanto riguarda l’emergenza tumori, interviene il governatore Vincenzo De luca sulla questione. Si dice disposto ad offrire alla nazione greca tutti gli aiuti necessari da parte della Regione Campania, affinché possa risolversi al più presto questa situazione, queste le sue dichiarazioni: “Ho dato mandato al direttore generale del Pascale di verificare l’esatta dimensione della criticità dell’assistenza oncologica in Grecia. L’Istituto Pascale è impegnato in questa verifica direttamente con la nostra ambasciata in modo da poter eventualmente contattare le aziende farmaceutiche e le strutture regionali per collaborare e venire incontro all’emergenza sanitaria in quel Paese».

Il problema nasce dal fatto che i medicinali per effettuare le chemioterapie sono terminati e non ne arrivano più, curare i malati di tumore in simili condizioni pare quindi impresa epica, De Luca per questo si è messo a disposizione e, per carità la sua iniziativa è ammirevole ma, le polemiche impazzano.

In tanti infatti si sono scatenati, considerando il fatto che la sanità campana non versa in condizioni ottimali e che quindi anche nel nostro territorio ci sarebbe bisogno di una grande mano per risollevare la situazione negli ospedali.

File interminabili, mesi di attesa se non anni, per riuscire a fare una visita, condizioni igieniche pessime, si pensi che è di pochi giorni fa la notizia che i pazienti dell’ospedale San Paolo sono stati lasciati in lenzuola sporche, e tanto altro ancora che andrebbe risolto prima di pensare di potersi occupare di questioni che riguardano il resto d’Europa.

Potrebbe anche interessarti