Addio ad un’ex maestra, lettera ai figli e poi si lancia nel vuoto: “Troppi debiti”

cadavere morto lenzuolo
Foto di repertorio

Muore un’ex maestra, M.E. 73 enne, che come riporta Il Mattino, ha deciso di togliersi la vita, lanciandosi dal quinto piano della sua abitazione al Carmine a Salerno, a causa dei troppi debiti. L’ingente pressione economica che l’ha spinta a compiere un simile gesto, tanto estremo, denota tanta disperazione, se si pensa al fatto che, la donna, ha lasciato i suoi figli per sempre.

Proprio a loro infatti è stata lasciata una lettera, scritta poco prima di morire, nella quale, la donna spiega il suo gesto, addossando la colpa del suo profondo malessere ai tanti debiti da lei accumulati.

Lettera privata e commovente, dove la maestra racconta di sé, delle sue paure, della sua vergogna, dei suoi problemi che ogni giorno la stavano affliggendo, racconti intimi e strazianti.

Unita a questa vicenda con un diverso protagonista è la vicenda di un uomo che ieri, forse in una delle giornate più piovose degli ultimi mesi, ha lasciato senza parole un’altra famiglia a Salerno.

Una donna ha trovato alle 8.30, il corpo del suo compagno senza vita, l’uomo ha deciso di impiccarsi perchè come l’ex maestra, non ha retto alle continue pressioni della vita, grandi pesi che non si riescono più a sopportare, persone che vedono nel suicidio l’unica via di fuga, nonostante ci siano delle famiglie che poi restano lì da sole, travolte da un immenso dolore.

Ennesimo caso in Campania, questo tema trova sempre più terreno fertile, troppe le spese, troppo bassi gli stipendi e poco lavoro.

La redazione esprime il suo cordoglio.

Potrebbe anche interessarti