Vesevus de gustibus: l’evento di musica e gastronomia tra i comuni del Parco del Vesuvio

gran cono del vesuvio

Arte, musica e degustazioni alle pendici del Vesuvio. Al via la seconda edizione di “Vesevus de gustibus – le arti, i sapori, le tradizioni”, in programma dall’11 ottobre al 21 marzo 2020 con un ricco cartellone di eventi per la valorizzazione delle eccellenze gastronomiche e culturali del territorio vesuviano.

La rassegna è organizzata dalla Città Metropolitana di Napoli con il Parco Nazionale del Vesuvio, il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli e la Fondazione Cives. Ben tredici i Comuni vesuviani che partecipano all’iniziativa. Ovvero: Boscoreale, Pollena Trocchia, Trecase, San Sebastiano al Vesuvio, Ercolano, Massa di Somma, Somma Vesuviana, Boscotrecase, Sant’Anastasia, Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano, Torre del Greco e Terzigno.

Ogni Comune si farà promotore della valorizzazione del Parco attraverso il coinvolgimento degli allievi degli istituti alberghieri, impegnati a preparare degustazioni di prodotti tipici, dei licei musicali, che si suoneranno per l’occasione composizioni di Mozart, Vivaldi, Rossini e tanti altri. La rassegna, inoltre, vede la partecipazione di aziende agricole e consorzi di tutela dei prodotti tipici del Vesuvio.

La seconda edizione di “Vesevus de gustibus” prenderà il via da Boscoreale con due appuntamenti gratuiti presso il Cine-Teatro Minerva. Venerdì 11 alle 19.00, si terrà l’esibizione dell’Orchestra Musicale del Liceo Artistico Musicale “Grandi” di Sorrento, a seguire la degustazione di un dolce tipico che preparato per l’occasione dagli alunni dell’Istituto Alberghiero “De’ Medici” di Striano. Sabato 12  alle 20.00 sarà la volta dell’esibizione degli alunni del corpo di ballo del Liceo Coreutico “Pascal” di Pompei.

Soddisfazione per il consigliere delegato al Parco del Vesuvio e promotore del progetto, Michele Maddaloni: «In questa seconda edizione di Vesevus De Gustibus continueremo quell’azione di promozione e rilancio non solo del territorio e delle sue eccellenza gastronomiche, ma coinvolgeremo ancora una volta gli alunni degli istituti alberghieri e musicali che saranno gli autentici protagonisti. Arte e cibo si sposeranno in un connubio inscindibile e rappresentano un punto di forza per il rilancio delle nostre terre vesuviane, ricche di storia e da secoli meta di viaggiatori e turisti provenienti da ogni parte del mondo».

Per ulteriori informazioni sul programma dell’evento consultare il sito della Città Metropolitana di Napoli.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più