VIDEO. Emergenza alluvione in Calabria: strade allagate e tanto fango

emergenza calabria

Litri e litri di acqua caduti in poche ore, è emergenza in Calabria. Il Sud Italia ha la sua Venezia, ma nessuno ne parla. Dopo Matera, anche Reggio Calabria è stata totalmente invasa dall’acqua. Diversi i video dei cittadini che sui social hanno lanciato l’allarme e denunciato lo stato di abbandono da parte delle istituzioni.

In tutta la regione nel weekend il maltempo ha portato allagamenti e strade crollate. Un’allerta meteo da bollettino rosso che poi è proseguita con una arancione, ma l’emergenza resta. Sessanta i litri d’acqua per metro quadro caduti in appena 5 ore. E il giorno dopo, non resta che fare la conta dei danni.

Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha fatto il punto della situazione:

“60 litri d’acqua per metro quadro in 5 ore avete idea di quanti siano? Hanno comportato:
allagamenti nella zona stadio, Viale Calabria, sottopasso San Leo, San Cristoforo, Gallico, Ravagnese, Corso Garibaldi che la nostra Castore sta provvedendo a risolvere. Frane nelle zone di Mottarossa, Torrente Colella, Vinco, Cataforio, Cardeto, San Filippo di Pellaro e Pavigliana dove si è rotta anche la fognatura. I nostri tecnici sono sul posto. Pozzi fermi a Rosalì e San Cono, oltre a una pompa di sollevamento ferma a Rosario Valanidi e Arcoleo.

A questo bisogna aggiungere gli ulteriori problemi creati dalla spazzatura, soprattutto quella abbandonata dagli incivili e quella non raccolta del porta a porta, ancora presente sulle strade cittadine e che, per via dei problemi che voi conoscete, non è stata ancora recuperata.

Siamo in Prefettura a monitorare la situazione. Ringrazio tutti coloro che stanno dando una mano in queste ore difficili: Prefettura, Forze dell’ordine e di polizia, Vigili del fuoco, polizia municipale, Anas, Castore, Avr, Idroreghion, Protezione civile, Ecologia Oggi, tecnici del Comune, della Regione e della città Metropoitana.

Stiamo mettendo in campo tutti i mezzi per risolvere una situazione che purtroppo sta attanagliando anche altre parti d’Italia. Tuttavia sono in giro da stamattina per vedere come stanno le persone, i negozianti, per fare la conta dei danni, e tante cose non vanno bene: ho visto troppe foglie, plastica e cicche di sigarette intorno alle caditoie, c’è una manutenzione che va migliorata, ci sono sottopassi con problemi strutturali e stiamo lavorando a testa bassa senza sosta. C’è il problema Piazza della Pace che da trent’anni non siamo riusciti ancora a risolvere. Su questo però vorrei aggiornarvi: a giugno 2018, abbiamo fatto un bypass per aumentare i canali di raccolta all’interno della griglia tra l’entrata delle cooperative e il negozio animali. La pulizia delle griglie in questo ultimo mese è stata fatta più volte in quel tratto, purtroppo non è bastato.

Ci siamo svegliati con la città in ginocchio per colpa di un’alluvione ma ci rialzeremo perché camminare con la testa alta e la schiena dritta è una cosa che fa parte della storia del nostro popolo.

Il primo cittadino ha anche disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Grande la difficoltà a muoversi per le strade, sia a piedi che con i mezzi. Questo un video che mostra un pullman ‘navigare’ per le vie del centro.

Gli abitanti sono scesi in strada documentano i danni causati dalle piogge abbondanti. Questa la situazione in Via Piazzale Stadio Sud, piazzetta della pace. Come scritto da Laura: “Reggio Calabria, non Venezia”.

L’acqua ha raggiunto anche i balconi delle case come mostrato da alcune foto.

Non va meglio a Nicastro, una delle circoscrizioni comunali della città di Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro. Un fiume di pioggia e fango si è riversato in strada.

A essere danneggiata anche la cattedrale del paese.

Auto totalmente sommerse dall’acqua come mostra un altro video.

In pericolo anche gli animali, i nostri amici a quattro zampe con un appello lanciato via social.

“CITTADINI DI LAMEZIA AIUTATE GLI ANIMALI PER STRADA, NON È POSSIBILE RAGGIUNGERE ALCUNI POSTI DELLA NOSTRA CITTÀ, LE STRADE SONO UN FIUME DI FANGO E LA PIOGGIA CONTINUA INCESSANTE, SE VEDETE UN ANIMALE IN DIFFICOLTÀ TU PUOI ESSERE LA SUA SALVEZZA. CONFIDIAMO NELLA VOSTRA SENSIBILITÀ”.

Un Sud che si sente abbandonato. Nessun telegiornale infatti parla dell’alluvione che ha colpito la Calabria. E sui social scoppia la rabbia di chi condivide le foto della drammatica situazione nella Regione scrivendo: “Tanto siamo solo in Calabria, che tristezza”, “Forza Calabria, vicino agli amici calabresi”.

Potrebbe anche interessarti