Circo a Napoli, arriva ‘Felicità’. Bacoli rifiuta soldi per locandine: “Inaccettabile prigionia”

Da sabato scorso e fino al 10 febbraio, il Circo di Lidia Togni torna nella città di Napoli a via Giochi del Mediterraneo. Tante le polemiche su questo spettacolo dal titolo ‘Felicità’. In primis quelle degli animalisti che vedono nel circo una forma di sfruttamento e prigionia dei nostri amici a quattro zampe.

Tra questi c’è anche il sindaco di Bacoli, Josi della Ragione, che ha deciso di rifiutare i soldi derivanti dall’affissione dei manifesti promozionali del circo nella sua città. Una decisione che riprende quella di qualche mese fa, dove il primo cittadino si rifiutò di allestire un circo a Bacoli (così come il sindaco di San Giorgio a Cremano). Questo il post sulla sua pagina Facebook dove sottolinea la crudeltà di vedere, per puro spettacolo, degli animali rinchiusi in gabbia:

“Ho dato indirizzo di rimuovere i manifesti, affissi in città, che pubblicizzano un circo con animali allestito a Napoli. Restituendo al committente i soldi versateci per l’affissione. Bacoli rifiuta questa forma di prigionia. Spettacolo diseducativo per i bambini. Un’inaccettabile sofferenza”.

Tra coloro che si oppongono al circo, c’è anche Stella Cervasio, la garante dei diritti degli animali del Comune di Napoli. Sulla sua pagina Facebook la donna ha postato un video nel quale strappa la locandina trovata su un muro vicino a un negozio, che a suo avviso è stata affissa abusivamente.

“Una brutta abitudine quella di affliggere manifesti senza pagare le tasse. Inoltre è uno spettacolo deprimente per i nostri figli e nipoti. Io dico no allo sfruttamento degli animali, dico no al circo a Napoli”.

Il Circo di Lidia Togni però non ci sta e respinge al mittente le accuse dichiarando di rispettare gli animali e di mantenerli in condizioni adeguate. Lo spettacolo, dal titolo ‘Felicità’, ha in programma l’esibizione di artisti interazioni e degli animali. Vere star sono i leoni di Vinicio Togni, un gruppo di grandi felini capeggiati da Pasha il maestoso leone con il pelo bianco. E ancora il trenino dei ‘Los Ernestos’ carico di splendidi dalmata. Poi acrobati, giocolieri, motociclisti e illusionisti. Per quello che vuole essere uno spettacolo che porti ‘felicità’.

Potrebbe anche interessarti