Torre del Greco: rubato bambinello del Presepe. I fedeli: “Una vergogna, restituitelo”

bambinello rubato

Dalla finzione comica alla triste realtà. Come nel film record al botteghino ‘Il mio Primo Natale’ di Ficarra e Picone, a Torre del Greco sparisce il bambinello del presepe allestito fuori a una chiesa. Una notizia che ha fatto il giro del web con i fedeli che hanno creato gruppi facendo appello al buon cuore dei ladri. “Una vergogna, restituitelo” il commento più gettonato.

Il Bambinello, rubato nei giorni di Natale, non ha un grande valore economico ma un grande valore affettivo e simbolico. Collocato sul sagrato della parrocchia di Sant’Antonio da Padova tra la Madonna e Giuseppe, non ha resistito molti giorni. I frati hanno così deciso di non sostituite il bambinello ma di mettere un cartello per spiegare il motivo della mancanza del protagonista del 25 dicembre. Questo il testo:

LEGGI ANCHE
Derubato e picchiato a sangue alla stazione della Circumvesuviana

“La mangiatoia è vuota perché fratello Ladro lo ha portato via”.

Chiaro il riferimento al Cantico delle Creature di San Francesco. Ma i fedeli non ci stanno e tramite social lanciano appelli a chiunque avesse visto qualcosa. Tantissime le foto della mangiatoia vuota. Questo il post denuncia condiviso nel gruppo ‘Succede a Torre del Greco’.

“LA MANGIATOIA È VUOTA PERCHÉ FRATELLO LADRO LO HA RUBATO”.
Chiesa di Sant’Antonio da Padova. Non si può mai sapere, magari fratello ladro, visto il gesto di PESSIMO gusto, nonché dal significato distorto, lo restituisce. In fondo a Natale non siamo tutti più buoni?”.

“Vorrei capire che senso ha rubare Il Bambinello e magari esporlo nel proprio presepe! Sicuramente l’autore del furto non avrà benedizioni. Ladro, se sei presente in questo gruppo, sei ancora in tempo per restituirlo e tutti ti perdoneranno. Pensaci, ma non troppo”.

E magari, proprio come nel film, i ladri potrebbero redimersi e restituire il bambinello rubato. Perché come si legge nella homepage della Parrocchia:

LEGGI ANCHE
Te piace ‘o presepio? La collezione in miniatura made in Napoli!

“Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile”

(San Francesco d’Assisi)

Potrebbe anche interessarti