Addio a Carmine della “Taverna ‘e Curti”, re del soffritto e del nocillo

Addio al re del soffritto e del Nocillo. Ieri 12 gennaio si è spento Carmine D’Alessandro della Taverna ‘E Curti di Sant’Anastasia. Storico locale di cucina campana tradizionale.

A darne la notizia è stato prima il figlio e poi la Pizzeria Salvo di San Giorgio a Cremano su Facebook, con un lungo post.

Carmine D’Alessandro era famoso per il suo Nocillo (liquore a base di noci), per il capretto con i piselli e soprattutto per il soffritto, frattaglie di maiale (polmone, cuore, milza, trachea) affogate nel forte.

Nella nostra pizzeria utilizziamo da sempre il soffritto di ‘E Curti, – scrivono i fratelli Salvo – in una delle nostre pizze fritte: una delle più amate dai nostri ospiti. Non smetteremo mai di essere grati a Carmine per quello che ha rappresentato per la tradizione campana. Il nostro abbraccio sincero va alla moglie Angela, al figlio Enzo e a tutti i familiari“.

Potrebbe anche interessarti