Così rinascono gli Incurabili: museo, ristorante e sale per concerti

Un bando per la progettazione di interventi di recupero. Così rinascerà l’ospedale degli Incurabili, nove mesi dopo il crollo.

Previsti 470mila euro per trasformare quest’importante luogo storico di Napoli. Invitalia gestirà tutto il percorso di progettazione, nel quale metà del complesso resterà a disposizione dei malati con cento posti letto e l’altra metà sarà aperta alla città: musei, spazi espositivi, sale per convegni e concerti e un ristorante. “La Regione Campania ha stanziato 100 milioni di euro per il recupero e la valorizzazione dello straordinario patrimonio artistico e architettonico e per il mantenimento del presidio ospedaliero“, ha commentato Vincenzo De Luca.

La metà degli spazi ospiteranno percorsi e spazi espositivi, laboratori museali, biblioteche e sale studio. L’ex convento delle “Convertite” avrà spazi per l’accoglienza e le attività didattiche, la Cappella dei Bianchi sarà a disposizione per mostre d’arte temporanee. All’interno della struttura degli Incurabili ci saranno anche un book shop, una caffetteria, un ristorante e una biglietteria.

Per l’ospedale, invece, sono previsti tre moduli da dodici posti letto (cardiologia, neurologia), 20 letti per lungodegenti dimessi da altre strutture e altri 20 al centro semiresidenziale diurno Alzheimer e Demenze. Resteranno gli ambulatori polispecialistici.

Parte museale e nosocomio saranno ben distinti e separati fisicamente l’uno dall’altro.

Potrebbe anche interessarti